Art. 3 L. 110/75 - Alterazione di armi

Chiunque, alterando in qualsiasi modo le caratteristiche meccaniche o le dimensioni di un'arma, ne aumenti la potenzialità di offesa, ovvero ne renda più agevole il porto, l'uso o l'occultamento, è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da euro 309 a euro 2.065 (1). (1) La misura della multa è stata così elevata dall'art. 113, quarto comma, L. 24 novembre 1981, n. 689.

Cass. pen., Sez. I 07/03/2014 n. 18137; Cass. pen., Sez. feriale 09/08/2011 n. 31873; Cass. pen., Sez. I 21/10/2010 n. 41993; Cass. pen., Sez. I 21/01/2010 n. 13519; Cass. pen., Sez. I 28/04/2009 n. 19345; Cass. pen., Sez. I 27/11/2008 n. 8630; Cass. pen., Sez. I 04/07/2008 n. 35648; Cass. pen., Sez. I 28/11/2007 n. 47465; Cass. pen., Sez. VI 24/06/2004; Corte Cost. 28/11/2003 n. 347; Corte Cost. 08/06/1992 n. 260; Corte Cost. 03/12/1987 n. 437; Corte Cost. 13/05/1987 n. 163;


Leggi altri articoli in: Armi - Munizioni - Eplosivi
x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto